lunedì 11 dicembre 2017

1973 Parigi NSU TRAPEZE - Design Marcello GANDINI per la Carrozzeria BERTONE - Illustrazione di Giancarlo CONCILIO



Nell'ottobre 1973 Bertone presenta al Salone di Parigi la NSU Trapeze. Il prototipo, una vettura-studio di grande impegno, monta un propulsore centrale NSU RO80 a pistone rotante.

Accertata la netta superiorità di tale soluzione per l'impiego in vetture Gran Turismo, al team Bertone rimane il difficile compito di migliorarne la compatibilità con il comfort generale della vettura. Il motore viene sistemato in senso longitudinale, per rendere ottimale la distribuzione dei pesi.

Per aggirare il problema dell'ingombro del propulsore all'interno dell'abitacolo, si adotta una disposizione dei sedili a trapezio.

La disposizione disassata del passeggero posteriore rispetto all'occupante dei sedili anteriori consente di migliorarne la visibilità.
I due sedili anteriori, molto ravvicinati, consentono a chi sta dietro di distendere completamente le gambe nell'ampio corridoio che si ricava tra sedile anteriore e porta.

Allo studio del comfort si affianca, in un secondo tempo, quello relativo alla sicurezza passiva dei passeggeri. Lo spazio fra il passeggero anteriore e la porta costituisce un valido elemento di salvataggio in caso di urti laterali.

Bertone vuole così dire la sua nel campo della sicurezza, in un mercato in cui i costruttori, limitati dalle rigide normative DOT americane, trovano spunti inediti a discapito, però, della elasticità e della bellezza estetica delle forme.

Sul piano stilistico, la Trapeze si richiama in modo evidente alla Stratos, con volumi molto compatti, un enorme parabrezza avvolgente e finestrature laterali esigue. Una vistosa fascia paracolpi percorre l'intero perimetro del veicolo, soluzione ripresa più tardi su alcune vetture destinate alla produzione di serie.

Carrozzeria Bertone 

martedì 21 novembre 2017

Lamborghini COUNTACH LP 400 - Design Marcello GANDINI per Carrozzeria BERTONE - Sketch Giancarlo Concilio


#lamborghini #bertone #italia #countach #gandini #design #cardesign #carrozzeria #sketch #stormwheels #concilio #sportcar #cars #automobili #supercar #hipercar #oldcar #designer

lunedì 8 maggio 2017

COUNTACH LP500 - Design Marcello GANDINI per la Carrozzeria BERTONE - 1971 Salone dell'auto di Ginevra



Countach Longitudinale Posteriore 500
Designer Marcello Gandini per la Carrozzeria Bertone
Presentazione al Salone dell'auto Ginevra 1971

Una vera "dream car", un sogno che si materializza, diventa fisico, presente, possente.
Diverrà un'auto di produzione non comune, leggendaria.
Una rivoluzione stilistica fondata su un'architettura nuova che rinnova il modo di concepire l'auto sportiva.
Un mezzo di trasporto estremo di fronte al quale tutto diventa obsoleto, una "astronove" cuneo, bassa, monolinea, monovolume col periscopio in cui l'uomo si integra nel package e diventa parte della meccanica necessaria al moto.
Figlia della creatività del giovane Marcello Gandini diventerà uno dei suoi capolavori  ineguagliabili.
Cofano, abitacolo avanzato e vano motore descrivono un unica curva dettando nuove proporzioni e avvicinando velocemente l'umanità al futuro.
L'astronave spicca il volo nel 1971 dalla Carrozzeria Bertone, pochi uomini fanno dell'avanguardia il loro essere, sognano, concepiscono e realizzano un avveneristico mezzo di trasporto dal moto veloce ed unidirezionale, il "vestito" giallo è la sintesi di un'opera visionaria, utopica.
Il  volume proteso allo scatto, leggero da fermo e potente in movimento, rende il suo peso visivo  puro dinamismo, l'occhio scorre veloce seguendo linee e superfici, la costruzione geometrica  è semplice elementare facilmente leggibile  e per questo brutale e straordinaria.
Il volume dela Countach è una presenza chiara e definita  che scuote l'immaginazione di chi osserva, nulla è superfluo, nulla non è necessario.
Questo non è un sogno.

Questo è un sogno.

Commento di Giancarlo Concilio

Lo scopo di questo post è raccogliere immagini dei primi giorni di vita di questo straordinario prototipo, scansioni di libri e riviste dell'epoca, foto originali restaurate.
Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com/

Seguiranno altri post dei vari servizi fotografici post salone.





Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com



Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com






Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com


A sinistra Gandini, Bertone e Stanzani

Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com








Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com






Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com

Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com







Alcune foto derivano da  http://www.timpelen.com